Dove si svolge realmente “La confraternita del tempo”?

dove è realmente ambientata la confraternita del tempoMolti mi hanno chiesto dove si svolge il romanzo “La confraternita del tempo”.

Una domanda decisamente più che legittima, considerato che molti dei luoghi in cui si svolge gran parte del romanzo, sono luoghi realmente esistenti.

 

Il nord Italia e la toscana.

Si tratta di luoghi del nord Italia, a partire dalle colline toscane, passando per la città di Lucca e il porto di Viareggio.

Nella parte centrale e preponderante della narrazione si svolge interamente nella città portuale di Genova, a cavallo degli anni 2051-2053, dove si svolge quasi interamente la vicenda.

 

Genova: anni 2051-53.

In particolare di Genova si possono riconoscere molti luoghi luoghi quali ad esempio: la zona portuale, il porto antico e i magazzini del cotone, con annessa la Piazza delle Feste.

I vicoli della parte bassa del centro storico, in particolare la zona tra Piazza Pollaiuoli, Vico di Canneto il Lungo e i vicoli limitrofi.

Il forte-caserma di San Giuliano, nella realtà sede del Comando Provinciale Carabinieri di Genova, nella narrazione sede del principale comando militare della città.

Il percorso della Funicolare Zecca-Righi, attualmente attiva, ma nel racconto in disuso e ormai dismessa da anni.

Il convento di  San Bernardino al Righi, sulle alture della città (citato esplicitamente) e la ex cava di pietre dismessa dei Camaldoli sulle alture della città.

La Chiesa di Santo Stefano (citata esplicitamente), la più antica della città, situata sopra la centralissima via XX Settembre e i giardini Baltimora (volgarmente detti giardini di plastica), dove una volta sorgeva il quartiere di Via Madre di Dio.

La Chiesa di Via Madre di Dio (citata esplicitamente), unico edificio sopravvissuto di quello che era il quartiere di Via Madre di Dio (esplicitamente citato nella narrazione), e oggi divenuta sede della Biblioteca Franzoniana.

Nella mia è narrazione nuovamente edificio di culto e convento di frati, è inoltre possibile riconoscere l’intera zona dei vicoli di Via Madre di Dio, Via dei Servi, Borgo Lanaiuoli e Vico Librai, oggi interamente non più esistenti, dopo lo scempio architettonico degli anni ’70.

Vai alla pagina de “La confraternita del tempo”.

Back to Top