Dove è realmente ambientato il romanzo “La confraternita del tempo”?

Molti mi hanno chiesto dove sia realmente ambientato il romanzo “La confraternita del tempo”.

Una domanda decisamente più che legittima, considerato che molti dei luoghi in cui si svolge gran parte del romanzo, sono luoghi realmente esistenti, del nord Italia partendo dalle colline toscane, passando per la città di Lucca e il porto di Viareggio, per giungere nella parte centrale e preponderante della narrazione che si svolge interamente nella città portuale di Genova, a cavallo degli anni 2051-2053, dove si svolge quasi interamente la vicenda.

In particolare di Genova si possono riconoscere molti luoghi luoghi quali ad esempio: la zona portuale, il porto antico e i magazzini del cotone, con annessa la Piazza delle Feste, i vicoli della parte bassa del centro storico, in particolare la zona tra Piazza Pollaiuoli, Vico di Canneto il Lungo e i vicoli limitrofi, il forte-caserma di San Giuliano, nella realtà sede del Comando Provinciale Carabinieri di Genova, nella narrazione sede del principale comando militare della città, il percorso della Funicolare Zecca-Righi, attualmente attiva, ma nel racconto in disuso e ormai dismessa da anni, il convento di  San Bernardino al Righi, sulle alture della città (citato esplicitamente), la ex cava di pietre dismessa dei Camaldoli sulle alture della città, la Chiesa di Santo Stefano (citata esplicitamente), la più antica della città, situata sopra la centralissima via XX Settembre, i giardini Baltimora (volgarmente detti giardini di plastica), dove una volta sorgeva il quartiere di Via Madre di Dio, la Chiesa di Via Madre di Dio (citata esplicitamente), unico edificio sopravvissuto di quello che era il quartiere di Via Madre di Dio (esplicitamente citato nella narrazione), e oggi divenuta sede della Biblioteca Franzoniana, nella mia narrazione nuovamente edificio di culto e convento di frati, l’intera zona dei vicoli di Via Madre di Dio, Via dei Servi, Borgo Lanaiuoli e Vico Librai, oggi interamente non più esistenti, dopo lo scempio architettonico degli anni ’70.

 

Il mondo dei Nictor, la civiltà perduta.

Chi erano realmente i Nictor, il popolo antichissimo e avanzatissimo, che ha visitato la Terra decine di migliaia di anni fa? Cosa significa il simbolo della Confraternita del Tempo, i due serpenti avvolti a spirale che con i loro margini delineano una clessidra stilizzata, trafitta da una spada? Che eredità …

I creatori di uomini. Nuovo romanzo di fantascienza.

Ho da pochi giorni terminato la stesura definitiva del mio prossimo inedito, che sarà il seguito de “La confraternita del tempo”, appena pubblicato, dal titolo provvisorio de “I creatori di uomini“, che invierò in settimana prossima all’editore per la revisione definitiva. L’opera dovrebbe uscire indicativamente entro fine anno, sempre edito …

Codice ISBN per “Caccia agli Strighi”

Ho appena attivato il codice ISBN per il mio piccolo racconto “2067, Caccia agli Strighi”, il numero che identifica a livello internazionale in modo univoco e duraturo un titolo o una edizione di un titolo di un determinato editore. Visto l’elevato gradimento riscontrato per questa piccola pubblicazione ho ritenuto opportuno fare in modo che possa essere reperita e venduta in tutti gli store e negozi, sia in formato cartaceo che ebook.

Manca poco all’uscita del mio nuovo thriller di fantascienza “La confraternita del tempo”.

Manca ormai poco , a partire dal giorno 6 maggio 2021, uscirà nelle librerie il mio romanzo, thriller di fantascienza, “La confraternita del tempo. Alla ricerca del passato“. Un thriller avvincente che costituisce il seguito logico della storia iniziata col mio primo romanzo “Un altro mondo, un altro tempo” pubblicato nel 2019, pur essendo completamente indipendente da esso. Ambientato in un futuro post-apocalittico, in gran parte in una superba città di mare, nella realtà Genova, dove la Confraternita del tempo   tenterà di sfruttare a proprio vantaggio antichissimi ritrovamenti alieni rinvenuti durante il secolo precedente sulle alture della città. Ad essa si contrapporrà la cosiddetta resistenza per impedirgli di poter arrivare a dominare il mondo. Augurandovi una buona lettura, aspetto le vostre recensioni.

Sto già lavorando al seguito, che è già in fase avanzata di scrittura e che uscirà indicativamente a ottobre 2021, sempre edito da Rossini Editore del Gruppo Editoriale Santelli, storico marchio dell’editoria italiana.

Nel frattempo sto lavorando anche a una serie di racconti (almeno 20), per realizzare una Raccolta di racconti 2020 – 2022, che dovrebbe essere pronta e pubblicata entro la fine del 2022.

Grande successo per “2067, Caccia agli Strighi”. Racconto piccolo ma verace.

Come sarebbero le avventure di caccia raccontate in prima persona dal killer? Sto riscontrando un grande successo per quanto riguarda il racconto “2067 Caccia agli Strighi“. È solo un racconto, non un romanzo, eppure chi lo ha acquistato e letto, ne ha comprato altre copie da regalare agli amici.

P.S.: Visto il grande apprezzamento riscontrato, l’idea è quella di farne un gioco di ruolo interattivo.

 

Back to Top