La necessità di mantenersi attivi dopo i sessant’anni. Nuovo studio sulla rivista dell’European Society of Cardiology.

Un’attività fisica insufficiente è spesso uno dei fattori di rischio facilmente modificabili per eventi cardiovascolari e mortalità in tutto il mondo insieme ad altri fattori facilmente modificabili, associati allo stile di vita come il fumo di sigaretta o un elevato… Continue Reading

Noci e frutta secca, validi alleati contro il diabete tipo II

Per molti anni, la frutta secca è stata ritenuta non sempre indicata per l’alimentazione dei pazienti con diabete di tipo II, soprattutto a causa dell’elevato contenuto in calorie. Ora un nuovo studio pubblicato su Circulation Research a febbraio 2019 sembra… Continue Reading

Una alimentazione corretta potrebbe evitare 1/5 dei decessi per malattie cardiovascolari in Europa

Sebbene in generale i tassi di mortalità siano diminuiti negli ultimi 26 anni, il numero assoluto di decessi per malattie cardiovascolari legati all’alimentazione è aumentato tra il 2010 e il 2016 nell’Europa occidentale. Nel 2016, circa 601.000 decessi (il 28,6%… Continue Reading

Almeno 150 minuti a settimana di attività fisica per prevenire le malattie cardiovascolari

L’attività fisica abituale è uno strumento efficace per la prevenzione delle malattie cardiovascolari e di altre patologie croniche; lo ribadisce in uno studio pubblicato ad aprile 2018 su “Circulation”, l’American Heart Association, una delle più importanti associazioni cardiologiche americane. “La sedentarietà… Continue Reading

Il caffè riduce l’incidenza di calcificazioni coronariche; ma se non si fuma

Secondo un recente studio pubblicato su “The Journal of the American Heart Association”, da ricercatori del Dipartimento di Nutrizione della Scuola di Salute Pubblica presso il Centro di Ricerca Clinica ed Epidemiologica e Scuola di Medicina dell’Università di San Paolo in Brasile,… Continue Reading

Malattia infiammatoria cronica intestinale e aumentato rischio di infarto miocardico

Alcuni studi recenti evidenziano come i pazienti con malattia infiammatoria cronica intestinale (MICI), abbiano un rischio cardiovascolare aumentato e presentino un rischio più elevato di incorrere in un infarto acuto del miocardio. È quanto emergerebbe anche da un ampio studio condotto… Continue Reading