In aumento i tumori collegati all’obesità. Soprattutto nei giovani adulti.

Sono in aumento i tumori collegati all’obesità soprattutto tra i giovani adulti. Lo rivela uno studio statunitense pubblicato dalla American Cancer Society sulla rivista scientifica The Lancet Public Health, che ha preso in esame i dati raccolti tra il 1995 e il 2014 relativi a 12 forme di cancro legate all’obesità e a 18 tumori comuni non direttamente correlati all’eccesso di peso. Già da alcuni anni un nuovo preoccupante modello negli adulti più giovani: più la generazione è giovane, maggiore è il rischio di sviluppare alcuni tipi di cancro, in particolare quei tumori legati all’obesità, come il colon e il pancreas. Diversi tumori sono stati da tempo collegati con il peso corporeo in eccesso, e l’aumento dell’obesità in età giovane implica una maggiore esposizione per tutta la vita agli effetti metabolici negativi dell’obesità.

“Abbiamo analizzato dati di incidenza per tumori invasivi tra le persone di età compresa tra 25 e 84 anni diagnosticati dal 1 ° gennaio 1995 al 31 dicembre 2014” – scrivono gli autori – “utilizzando 25 registri statali basati sulla popolazione negli Stati Uniti. Sono stati considerati i 20 più comuni tipi di cancro e 12 tumori notoriamente legati all’obesità (30 tipi di cancro in totale).

Dal 1995 al 2014 negli USA sono stati riscontrati 14.672.409 casi di neoplasie per 30 tipi differenti di cancro analizzando i dati di 25 registri tumori statali. L’incidenza è aumentata in modo significativo per ben 6 dei 12 tumori normalmente ritenuti legati all’obesità (mieloma multiplo, colon-retto, corpo uterino, cistifellea, rene e tumore del pancreas), prevalentemente nei giovani adulti (25-49 anni) con aumenti più ripidi procedendo nelle generazioni successive. Ad esempio gli aumenti annuali variavano dal 1,44% per il mieloma multiplo al 6,23% per il cancro del rene per un’età compresa tra 25-29 anni. Rispetto alle persone nate intorno al 1950, il tasso di incidenza (IRR) per i nati intorno al 1985 variavano da 1,59 per il mieloma multiplo a 4,91 per il cancro del rene.

“È interessante notare” – proseguono gli autori – “che l’incidenza della maggior parte degli altri tipi di cancro non correlati all’obesità non è aumentata nel gruppo di età più giovane, con alcuni decrescenti per quanto riguarda i tumori legati al fumo come il cancro del polmone. Gli autori hanno osservato invece che l’aumento dei tumori più correlati all’obesità si è verificato in tandem con un aumento dei tassi di obesità nei giovani. Tra il 1980 e il 2014, la prevalenza di sovrappeso/obesità nei bambini e negli adolescenti negli Stati Uniti è aumentata di oltre il 100%.

I risultati dello studio della American Cancer Society sono allarmanti, anche se non del tutto sorprendenti, dato che l’obesità è associata ad almeno una dozzina di tipi di tumori.” – concludono gli studiosi – “Abbiamo il sospetto che i recenti aumenti nei tassi di obesità nei bambini e negli adolescenti potrebbero influenzare i tassi di questi tumori, ma non abbiamo avuto dati chiari fino a questo studio. Sembra che almeno 6 di questi tumori legati all’obesità abbiano mostrato recenti aumenti nei tumore a esordio giovanile, che avviene in parallelo con l’aumento dei tassi di obesità. Sfortunatamente, questo sta neutralizzando alcuni dei progressi che abbiamo fatto attraverso tassi di fumo, screening e miglioramenti nei trattamento “.

Articolo originale: Sung H, Siegel RL, Rosenberg PS, Jemal A. Emerging cancer trends among young adults in the USA: analysis of population-based cancer registry. The Lancet Public Health. 2019 Feb 3.

  • 1
    Share