Più assunzione di fibra per una protezione ad ampio spettro.

La raccomandazione che spesso si sente ripetere è quella di mangiare più frutta e verdura, e prediligere i cereali integrali. Ora un’ampia review commissionata dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), pubblicata su The Lancet a gennaio 2019, analizza proprio i benefici per quanto riguarda la prevenzione di molte patologie offerta da una congrua assunzione di fibra. La review ha rianalizzato 185 studi osservazionali e 58 studi clinici, per un totale di 4635 soggetti coinvolti.

I dati ottenuti suggeriscono una diminuzione del 15-30% della mortalità per tutte le cause e per malattie cardiovascolari, e una riduzione dell’incidenza di malattia coronarica, incidenza di ictus e mortalità, diabete di tipo 2 e cancro del colon-retto quando sono stati confrontati il gruppo a più alta assunzione di fibre alimentari rispetto al gruppo a più bassa assunzione. Inoltre, chi consumava più fibra alimentare mostrava un peso corporeo significativamente più basso e una pressione sanguigna sistolica e il colesterolo totale migliori.

La riduzione del rischio era maggiore quando l’assunzione giornaliera di fibre alimentari era compresa tra 25 ge 29 g. La curva dose-risposta ha suggerito che l’assunzione maggiore di fibre potrebbe conferire un beneficio ancora maggiore per la protezione contro le malattie cardiovascolari, il diabete di tipo 2 e il cancro del colon-retto e della mammella. Sono stati osservati risultati simili per l’assunzione di cereali integrali. Riduzioni del rischio minori o nulle, sono invece state rilevate con i dati osservativi quando si sono confrontati gli effetti delle diete caratterizzate da un indice (o un carico glicemico) basso piuttosto che più alto, ad indicare come, a prescindere dal carico glicemico, sia proprio la quantità di fibra alimentare a fare la differenza.

“L’implementazione di raccomandazioni per aumentare l’assunzione di fibra alimentare” – concludono gli autori dello studio – “e per sostituire i cereali raffinati con cereali integrali dovrebbe portare a ingenti benefici alla salute umana. Consumare da 25 g a 29 g di fibra alimentare al giorno consente di ridurre l’incidenza della malattia coronarica, del diabete di tipo 2 e del cancro del colon-retto, e complessivamente di abbassare la mortalità generale per varie cause”.

Articolo originale: Carbohydrate quality and human health: a series of systematic reviews and meta-analyses. The Lancet, January 10, 2019.

  • 10
    Shares