Sempre più infezioni antibiotico-resistenti

In Europa sono sempre di più le infezioni con batteri resistenti agli antibiotici; è quanto emerge da uno studio curato dall’European Centre for Disease Prevention and Control (Ecdc) e pubblicato su Lancet Infectious Diseases a novembre 2018.

Lo studio ha rilevato come tra il 1° gennaio e il 31 dicembre 2015, in Europa si siano verificate 671.689 infezioni con batteri resistenti agli antibiotici, il 63,5% delle quali è collegata in qualche modo con l’assistenza sanitaria trattandosi in massima parte di infezioni ospedaliere, le quali hanno causato 33.110 decessi e 874.541 anni di vita in salute persi (Disability Adjusted Life Years DALY). Quello che preoccupa è che si tratta di dati in costante crescita dal 2007, quando i casi stimati di infezioni resistenti agli antibiotici erano circa 240mila (poco più di un terzo rispetto al 2015), con poco più di 11 mila decessi collegati rispetto ai più di 33 mila del 2015.

Le infezioni causate da batteri resistenti agli antibiotici sono sempre più una minaccia alla moderna assistenza sanitaria e hanno reso necessario lo sviluppo di piani di azione nazionali, europei e globali coordinati.

Le fasce di età più colpite erano quelle dei neonati (età <1 anno) e degli anziani (>65 anni). I paesi con la maggiore incidenza di infezioni da ceppi antibiotico-resistenti sono Italia e Grecia.

Lo studio ha mostrato come le infezioni con batteri resistenti agli antibiotici in Europa siano oramai un problema sanitario paragonabile a quello di altre malattie infettive (hiv, tubercolosi e altro) e siano in continuo aumento dal 2007 ad oggi e strategie per prevenirle e controllarle, richiedano un coordinamento a livello europeo e a livello globale.

“I nostri risultati” – concludono gli autori – “mostrano che tutti i gruppi di età sono interessati da infezioni con batteri resistenti agli antibiotici, anche se è significativamente più alto tra i bambini rispetto a qualsiasi altra fascia di età. Tra gli adulti, il rischio aumenta con l’età, suggerendo che l’invecchiamento dell’UE e del SEE la popolazione potrebbe comportare un onere crescente”.

Articolo originale: Attributable deaths and disability-adjusted life-years caused by infections with antibiotic-resistant bacteria in the EU and the European Economic Area in 2015: a population-level modelling analysis. Lancet Infect. Dis. 5 nov. 2018.