Latte e derivati e rischio di recidive di cancro alla prostata: nuovo studio USA

Il cancro alla prostata è la più comune neoplasia non cutanea e la principale causa di morte per cancro negli uomini negli Stati Uniti e in generale in molti paesi industrializzati. Nel 2017, l’American Cancer Society ha stimato che negli Stati Uniti 161.334 a uomini sarà diagnosticati e 26.730 moriranno per un cancro alla prostata. Numeri quindi assolutamente ragguardevoli.

Negli ultimi anni, il latte e i suoi derivati, sono stati esaminati da molti studi in relazione al cancro alla prostata e i dati generalmente sembrerebbero suggerire come i prodotti latto-caseari siano associati ad un aumentato rischio di diagnosi di cancro alla prostata tra uomini sani.

I latticini ad alto contenuto di grassi ed in particolare il latte intero, negli uomini sani sembrano dunque aumentare il rischio di cancro alla prostata aggressivo; tuttavia, i dati riguardanti l’effetto dell’assunzione di prodotti lattiero-caseari dopo la diagnosi di tumore alla prostata, in particolare sul rischio di recidive o di progressione della malattia, appaiono alquanto limitati.

In uno studio dell’agosto scorso, pubblicato sulla rivista “The Prostate”, un gruppo di ricercatori statunitensi, ha voluto analizzare, non il rischio indotto dai prodotti latto-caseari per quanto riguarda il cancro alla prostata, cosa già nota ed evidenziata da molti studi più o meno recenti, ma valutare il rischio indotto da questi stessi prodotti per quanto riguarda la possibilità di recidive dopo la diagnosi ed il trattamento.

“In questa ricerca” – scrivono gli autori dello studio –“ci siamo concentrati ad esaminare in modo prospettico post-diagnostico l’effetto dell’assunzione di alimenti lattiero-caseari dopo la diagnosi di cancro alla prostata, in relazione al rischio di recidiva di cancro alla prostata in  1334 uomini con carcinoma prostatico non metastatico che sono stati registrati nel tumore della prostata strategico-urologico ResearchEndeavor (CaPSURE ™), un registro della popolazione con carcinoma della prostata negli Stati Uniti. Sulla base dei risultati degli studi precedenti, abbiamo ipotizzato che quegli uomini che hanno consumato più latte intero dopo la diagnosi avrebbero dovuto avere un aumentato rischio di recidiva di cancro alla prostata”.

I ricercatori hanno condotto uno studio prospettico tra 1334 uomini con carcinoma prostatico non metastatico e attraverso un questionario sulla frequenza degli alimenti nel 2004-2005 (mediana 2 anni dopo la diagnosi); i soggetti sono stati seguiti fino al 2016 per valutare l’eventuale ricorrenza di cancro della prostata, metastasi ossee, recidiva biochimica o trattamento secondario analizzando le associazioni tra latte intero e a basso contenuto di grassi, latticini totali, grassi e magri e altri prodotti caseari e rischio di recidiva.

Durante il follow-up durato in media 8 anni, sono stati osservati 137 eventi di recidive tra i 1334 soggetti presi in considerazione.

“Gli uomini che hanno consumato più di 4 porzioni alla settimana rispetto a quelli che non ne hanno assunto o che hanno assunto meno di 3 porzioni al mese di latte intero” – scrivono gli autori – “hanno avuto un rischio aumentato del 73% di recidiva (HR: 1,73, IC 95%: 1,00, 2,98, valore P = 0,04) soprattutto nei soggetti sovrappeso o obesi (BMI>27) “.

Da rilevare anche come l’indice di massa corporea dei singoli soggetti, abbia in qualche modo modificato questa interazione (P-interaction = 0.01). Tra gli uomini con un BMI≥27 kg/m2, 4 porzioni o più alla settimana contro 0-3 porzioni/mese di latte intero è stato associato a un rischio triplo di recidiva (HR: 2,96, IC 95%: 1,58, 5,54; P -valore <0,001).

Concludono gli autori dello studio – “Il consumo di latte intero dopo la diagnosi del cancro alla prostata è stato associato a un aumentato rischio di recidiva, in particolare tra gli uomini obesi o in sovrappeso. Gli uomini con carcinoma della prostata che scelgono di bere latte dovrebbero quantomeno selezionare opzioni a basso contenuto di grassi”.

Articolo originale: Milk and other dairy foods in relation to prostate cancerrecurrence: Data from the cancer of the prostate strategicurologic research endeavor (CaPSURE™). The Prostate.2018;78:32–39.

 

  • 2
    Shares