In Italia l’aspettativa di vita sana crolla drammaticamente: dal 2004 al 2008 una riduzione di 10 anni per le nuove nate femmine

Secondo questo studio pubblicato nel 2012 dall’epidemiologo Valerio Gennaro del Servizio di Epidemiologia Descrittiva e Prevenzione dell’Istituto Tumori di Genova, a partire dal 2004, l’aspettativa di vita sana, ovvero libera da malattie, si sarebbe ridotta drammaticamente.

In Italia, negli anni dal 1985 fino al 2008, vi è stato un progressivo aumento dell’aspettativa di vita media, in accordo anche a quanto avviene negli altri paesi europei. Tuttavia, in Italia, a questo non sta seguendo un aumento dell’aspettativa di vita in buona salute, anzi addirittura, a partire dal 2003, abbiamo assistito ad una inversione di tendenza con un amarcata riduzione della nostra aspettativa di vita in salute e non di poco. Nel 2008 abbiamo addirittura assistito alla scioccante riduzione di 10 anni in termini di aspettativa di vita in salute alla nascita nelle femmine. (dati mancanti per l’anno 2010).

Come spiega il Dr. Gennaro “in altre parole, nel 2004 ogni nuova nata femmina aveva un’aspettativa di vita in salute di circa 70 anni e per un maschio di circa 68 anni. Dopo solo 4 anni, nel 2008, ogni nuova nata femmina aveva un’aspettativa di vita in salute di 61 anni (-9 anni) e ogni nuovo nato maschio di circa 62 anni (- 6 anni)!

“In sintesi” – aggiunge Valerio Gennaro – “mentre è stata data grande enfasi per 3 mesi di aumento dell’aspettativa di vita in generale in Italia, nessuna informazione è trapelata circa l’aspettativa di vita in stato di salute, un importante indicatore che ha invece mostrato un importante declino: 18 mesi per i maschi e 27 mesi per le femmine in soli 4 anni (dal 2004 al 2008).

Lo stesso non è invece accaduto in altri Paesi europei, dove invece, nei più virtuosi il trend in salita si è confermato come si può vedere dal grafico seguente.

“Il problema” – sottolinea il Dr. Gennaro – “non è stato preso in considerazione dal governo italiano neppure quando la situazione evidentemente è andata peggiorando negli anni successivi, perdendo ancora 4 – 6 anni per i maschi e per le femmine nel 2006; due anni di aspettativa di vita sana sono poi stati persi tra il 2006 ed il 2007 ed un anno nel 2008. Alla date di scrittura dei questo articolo, ulteriori dati non sono più stati forniti!”.

Questi dati assumono ancora più importanza in una popolazione che invecchia e deve farlo in buono stato di salute, sia per il singolo individuo sia per la collettività e la sua sostenibilità economica.

Articolo originale: In Italy, healthy life expectancy drop dramatically: from 2004 to 2008 there was a 10 years drop among newborn girls.

Vedi anche: Sanità, per la prima volta cala l’aspettativa di vita: i primi risultati delle scellerate riforme sanitarie?