Un’ulteriore evidenza correla la ‘leaky gut syndrome’ all’infiammazione cronica

L’aumento della permeabilità intestinale è stata spesso proposta comeun elemento integrale, in aggiunta al background genetico e a trigger ambientali, nella patogenesi della malattia da infiammazione cronica (CIDs).
Una proteina nota col nome di zonulina, in grado di aumentare la permeabilità intestinale, è stata associata con molte gravi patologia croniche, comprese le malattie autoimmuni, alcuni disordini metabolici, e malattie neuro-degenarative.

Recentemente, alcuni autori del Mucosal Immunology and Biology Research Center (MIBRC) hanno fornito un collegamento diretto tra l’aumento della permeabilità intestinale e malattie infiammatorie croniche.

In questo nuovo articolo riferiscono di avere identificato la zonulina come la proteina regolatrice principale della permeabilità intestinale, la quale, andando a regolare le “giunzioni serrate” fra le singole cellule dell’epitelio intestinale, può portare all’insorgenza di molte patologie autoimmuni.Questo tipo di giunzione è stata osservata al microscopio elettronico, proprio a livello della zona occludens, localizzata subito sotto la superficie libera dell’epitelio intestinale assorbente. Questo tipo di giunzioni, fa si che le cellule siano fortemente adese le une alle altre andando a chiudere completamente lo spazio che separa una cellula dalla contigua.

Questo tipo di giunzione, fa si che nulla possa passare dal lume intestinale verso lo spazio intercellulare e viceversa dallo spazio intercellulare al lume intestinale, limitando il passaggio solo attraverso le normali vie di secrezione e/o assorbimento intrecellulari (e non itercellulari), impedendo il passaggio di molecole potenzialmente tossiche dal lume cellulare al circolo ematico.

Nel loro studio hanno esposto a stress infiammatorio un gruppo di topi mutanti per il gene della zonulina, ed hanno osservato che questi animali con alterazioni alla proteina zonulina, andavano molto più frequentemente incontro a infiammazione cronica del colon e ad una elevata mortalità, fino al 70% superiore paragonata a quella dei topi normali.

Questo studio sembra ulteriormente confermare come un altreato effetto barriera intestinale, con un aumento indiscriminato della permeabilità non selettiva, sia il primo fattore che promuove l’alterazione della tolleranza immunitaria e lo sviluppo delle malattie infiammatorie croniche.

Articolo originale: Zonulin transgenic mice show altered gut permeability and increased morbidity/mortality in the DSS colitis model.