Cancro all’ovaio. Un nuovo studio evidenzia l’importanza della dieta seguita prima della diagnosi sulla sopravvivenza

Un nuovo recente studio australiano del QIMR Berghofer Institute of Medical Research dell’University of Queensland School of Public Health di Herston, ha indagato ancora una volta sul rapporto tra regime dietetico e tumore ovarico.

Tuttavia a differenza di altri studi precedenti, l’aspetto peculiare è che in questo studio, gli studiosi hanno correlato lo stile alimentare tenuto nell’anno precedente alla diagnosi con la sopravvivenza alla malattia.

Il tumore dell’ovaio ha uno dei più altri indici di mortalità fra tutti i tumori ginecologici, con la maggior parte dei casi diagnosticati già in fase avanzata.

Webb e colleghi hanno analizzato in tutto i dati su 811 donne australiane con tumore delle ovaie primario epiteliale invasivo di età compresa tra i 18 e i 79 anni, con un tumore diagnosticato tra il 2002 e il 2006. Le partecipanti dovevano compilare un questionario per valutare la dieta seguita nell’anno precedente alla diagnosi mediante un questionario di frequenza alimentare. “Abbiamo seguito poi le donne per una media di sei anni dopo la diagnosi – ha spiegato Webb – e abbiamo raccolto informazioni molto dettagliate sull’esito della malattia”.

L’assunzione relativa dei vari nutrienti è stata valutata mediante una tabella di composizione degli alimenti avendo i partecipanti riportato il tipo, la quantità e la frequenza di assunzione dei vari alimenti.

Dall’analisi dei dati è emerso che le donne che consumavano più fibre avevano un miglioramento per quel che riguardava la sopravvivenza, con una tendenza significativa tra riduzione della mortalità associata a maggiore consumo di frutta e di verdura a foglia verde. Infine, la sopravvivenza sarebbe risultata minore tra coloro che avevano riferito una dieta a più elevato indice glicemico.

Questa nuova ricerca conferma come una dieta sana, con un basso indice glicemico ed un alto contenuto di frutta, verdura, pesce e fibre non solo puó prevenire l’insorgenza di alcune patologie, cosa già nota ma, in questo caso, potrebbe migliorare la sopravvivenza dopo una diagnosi di tumore delle ovaie, oltre ad aiutare a mantenere un peso sano.

Articolo originale: Pre-diagnosis diet and survival after a diagnosis of ovarian cancer. British Journal of Cancer (2017) 116, 1627–1637.