Auto elettriche, con le nuove batterie il pieno in 5 minuti!

La società israeliana StoreDot ha presentato da alcune settimane un primo prototipo funzionante di una batteria per auto elettriche a ricarica ultrarapida alla mostra CUBE Tech Fair di Berlino (10-12 maggio 2017).

Per risolvere i problemi legati ai lunghi tempi di ricarica della batteria per le auto completamente elettriche, l’azienda israeliana, ha utilizzato un approccio al contempo molto semplice ed innovativo.

Invece di tentare di realizzare una batteria per cosi dire “tradizionale” con tempi di ricarica veloci, hanno costruito una batteria formata da tantissime piccole batterie che, per le loro ridotte dimensioni impiagano solo 5 minuti; mettendo in serie tutte queste piccole batterie, hanno potuto ottenere la cariche sufficiente per una autonomia di circa 480 Km ma in un tempo che resta quello della carica della singole batteria, ovvero i suddetti 5 minuti. In effetti detto cosi sembra fin troppo facile ma è a dir poco geniale.

Se fossero prodotte su larga scala, queste batterie permetterebbero di arrivare alla tanto attesa svolta per la mobilità elettrica, che stenta a decollare proprio per via dei tempi lunghi di ricarica, dei problemi di autonomia delle batterie stesse, oltre che della scarsa diffusione di colonnine per il rifornimento. Fino ad ora si era riusciti a ridurre i tempi di caricamento da alcune ore a 20-30 minuti, con nuove batterie sperimentali a ricarica ultrarapida. Tuttavia i tempi sarebbero stati ancora troppo lunghi per permettere una diffusione delle auto elettriche. Nel caso di queste batterie la ricarica arriva a soli 5 minuti, poco più il tempo di una pausa caffe.

Questa idea, che già ha funzionato per alcuni smartphone, è stato ora essere possibile anche per alimentare le auto elettriche.
In pratica, è come se la batteria dell’auto elettrica fosse composta di tante piccole batterie da smartphone, a ricarica rapida, che lavorano in parallelo e si ricaricano contemporaneamente, rilasciando poi l’energia a turno. “La tecnologia di base di StoreDot incorpora molecole organiche sintetizzate chimicamente di origine non biologica. L’architettura della EV FlashBattery è costruita con una struttura di elettrodi altamente stabile e contiene materiali che sono molto meno infiammabili e più resistenti alle alte temperature rispetto alla tecnologia tradizionale Li-Ion – ovvero delle batterie standard agli ioni di litio, sottolineano dalla startup israeliana -. Inoltre, FlashBattery è più rispettosa dell’ambiente rispetto a una batteria agli ioni di litio, poiché utilizza composti organici e un processo produttivo più eco-friendly”.
Anche i costi di questo tipo innovativo di batterie, potrebebro essere non cosi elevati, addirittura sovrapponibili o minori, rispetto alle batterie tradizionali.

Sito della casa costruttrice: https://www.store-dot.com/business-units