Atleti vegetariani

Share
Le diete vegetariane e vegane sono del tutto compatibili con un'attivita' sportiva anche molto intensa e sono addirittura consigliabili per chi pratica sport di resistenza, in virtu' dell'elevato apporto di carboidrati, che e' fondamentale per l'atleta e piu' facilmente ottenibile con questo tipo di alimentazione.
E' infatti il glicogeno presente nei muscoli a determinare in gran parte la resistenza muscolare dell'atleta e la produzione del glicogeno e' correlata con l'assunzione di carboidrati complessi.

Vegetariani e vegani possono senza problemi soddisfare il loro fabbisogno proteico semplicemente aumentando le calorie consumate: ottenendo una quota di proteine piu' che a sufficienza per la stragrande maggioranza degli sportivi, evitando al contempo molti dei rischi di che derivano da un eccessivo consumo di carne.

Esistono numerosi studi che avvertono della crescente obesità in popolazioni di Stati Uniti d'America e lanche nell'Unione Europea (tra cui l'obesità dei bambini), un aumento generale dei livelli di colesterolo, del rischio di malattie cardiovascolari, diabete e altri problemi di salute derivanti da un aumento di peso a causa del progressivo allontanamento dalle tradizionali abitudini alimentari sane.

Dave Scott, considerato il più grande triatleta del mondo, sostiene che "è un errore ridicolo" pensare che gli atleti abbiano necessariamente bisogno di proteine animali.

La pensano allo stesso modo Edwin Moses, medaglia d'oro, che per otto anni non ha mai perso la gara dei 400 metri a ostacoli, e Murray Rose, il quale, all'età di 17 anni, vinse tre medaglie d'oro nelle gare di nuoto alle Olimpiadi e molti altri atleti vegetariani e vegani.

Dal punto di vista calorico e glucidico i regimi vegetariani e vegani, soddisfano bene qualsiasi tipo di fabbisogno giornaliero; allo stesso modo anche l'apporto proteico viene assicurato con facilità nei vari regimi vegetariani. Anche gli atleti che escludono completamente tutti gli alimenti di derivazione animale, l'aumento della quota proteica e calorica può avvenire consumando legumi, noci, semi, frutta secca e tutti i prodotti a base di soia (bistecche di soia, formaggi come ad esempio il tofu, latte di soia, ecc.).

Le diete vegetariane e vegane sono del tutto compatibili con un'attivita' sportiva anche molto intensa e sono addirittura consigliabili per chi pratica sport di resistenza, in virtu' dell'elevato apporto di carboidrati, che e' fondamentale per l'atleta e piu' facilmente ottenibile con questo tipo di alimentazione.

Vegetariani e vegani possono senza problemi soddisfare il loro fabbisogno proteico semplicemente aumentando le calorie consumate: i vegetariani ottengono mediamente il 12,5% delle calorie dalle proteine e i vegani l'11%, il che significa che un atleta di 80 Kg che consumasse 3600 Kcal al giorno in una dieta vegetariana otterrebbe 1.41g di proteine per Kg di peso corporeo (piu' che a sufficienza per la stragrande maggioranza degli sportivi) e 1,2g di proteine per Kg di peso corporeo seguendo una dieta vegana (sufficienti per una gran parte degli sportivi).